VIAGGI E VACANZE: VACANZA SICILIA

IN VACANZA IN SICILIA


La Sicilia è la regione più grande d'Italia e del Mediterraneo. E' considerata da secoli una terra di turismo e vacanze. E' una terra meravigliosa, ricca di storia e di cultura. L'atmosfera ancora richiama i fasti dell'Antica Grecia e la presenza araba e normanna. Trascorrere le vacanze in Sicilia è come fare un salto nella storia per poi tornare ad immergersi nella natura incontaminata che è possibile ritrovare. Le informazioni e le risorse relative al turismo in Sicilia permettono un soggiorno gradevole.

Questa splendida terra, definita dal Goethe “una terra indicibilmente bella”, fu popolata da fenici, romani, arabi, normanni, francesi, spagnoli, austriaci (e non solo) e ciascuno di questi popoli ha lasciato importanti testimonianze, oggi ancora visibili nei monumenti, nei nomi dei luoghi, nelle tradizioni della gente.

La Sicilia fu divisa in tre grandi valli fin dalla dominazione araba (Val di Mazara, Val Demone e Val di Noto ) e comprende nel suo territorio anche alcune isole più piccole di grande interesse e bellezza (le Eolie o Lipari, Ustica, le Egadi, le Pelagie e Pantelleria).

 

ALLA SCOPERTA DELLE ISOLE DELLA SICILIA


Sono quattordici le isole “figlie” della Sicilia, per non parlare di Mozia che a volte la bassa marea unisce alla costa di Marsala. Quattordici paradisi d’incontaminata bellezza, dove trascorrere vacanze purissime. Alcune dal fascino africano, come le Pelagie, in provincia di Agrigento, e Pantelleria in provincia di Trapani. Altre, invece, signore incontrastate del mare e dei suoi segreti come Levanzo, Favignana e Marettimo: l’arcipelago delle Egadi nel mare di Trapani.

Più a nord, in splendido isolamento, si trova Ustica, l’Isola di Circe, con la sua intatta riserva marina. Mentre nelle Eolie, in provincia di Messina, si danno convegno l’acqua e il fuoco. Qui, insomma, è ancora la natura che detta i suoi ritmi e al viaggiatore non resta che lasciarsi ammaliare dalle magiche atmosfere dei pescatori e degli agricoltori isolani, ultimi custodi di antiche tradizioni mediterranee. A voi la scelta fra una vacanza in Sicilia tra le mondanità eoliane, i silenzi delle Pelagie o i profumi delle Egadi.

 

IL FOLKLORE E LA CUCINA SICILIANA


Il folklore siciliano è suggestivo, fantastico e ricco. Pensiamo al carretto siciliano, ai paladini francesi, al “ciaramiddaru” che gonfia la zampogna durante le novene natalizie, al “marranzano” lo scacciapensieri con il suo strano suono, ai vivaci colori dei costumi tradizionali e ai canti, alle leggende, ai racconti e ai proverbi. Ma anche ai piatti tipici preparati in occasione degli eventi speciali religiosi, alle feste barocche dei santi protettori e a quelle profane dei paesi con balli, musica, fuochi artificiali e decorazioni luminose. Tra queste, e sono solo alcune, la Cravaccata di Geraci, il Festino dedicato a Santa Rosalia a Palermo, la festa dell’Annunziata a Trapani, la festa di Santa Lucia a Siracusa, la festa di Sant’Agata a Catania, la festa dei giudei a San Fratello e della Cordella a Petralia Sottana, il Carnevale di Acireale, il Ballo dei diavoli a Prizzi, la Festa di san Vito a Mascalucia.

La cucina siciliana rappresenta una delle tante testimonianze lasciate dalle diverse popolazioni che si sono avvicendate nel tempo, ora scontrandosi ora alternandosi, ma pur sempre scambiandosi gli elementi influenti della loro cultura, primi fra tutti quelli dell’arte culinaria.
Le tante dominazioni non solo, infatti, hanno lasciato magnifici monumenti a ricordo del loro passato splendore, ma, soprattutto hanno fortemente segnato il territorio con le colture introdotte e influenzato le abitudini e i modi di vita facilmente riscontrabili ancora ai giorni nostri soprattutto in cucina.

Le Strade del vino della Sicilia sono percorsi nati al fine di valorizzare territori ad alta vocazione vitivinicola caratterizzati non solo dalla presenza di vigneti e cantine vinicole ma anche da attrattive naturalistiche, culturali e storiche particolarmente significative ai fini di un’offerta enoturistica integrata.

Tali percorsi sono stati dotati di una appropriata segnaletica per favorire i viaggiatori nell'individuazione delle aziende che aderiscono a questa iniziativa, le quali offrono degustazioni dei loro prodotti e visite guidate ai vigneti e agli impianti produttivi.

 

INFORMAZIONI UTILI PER IL VIAGGIATORE: COSA SAPERE PRIMA DI PARTIRE PER LA PROPRIA VACANZA IN SICILIA

 

Le origini del nome
Gli antichi abitanti, i Sicani, chiamarono questa Regione Sicania. Quando fu colonizzata dai greci fu denominata Trinachia, per la forma triangolare che le apparteneva. Il nome Sicilia lo prese dal popolo dei Siculi.

Posizione e Confine
La Sicilia è bagnata a nord dal Mar Tirreno, ad est dal Mar Ionio e a Sud dal Mare Mediterraneo. Lo Stretto di Messina divide per soli 3 km la Sicilia dalla penisola italiana.

Clima
Il clima è tipicamente Mediterraneo. Quando soffia il vento dall’Africa, detto scirocco, il caldo alza la temperatura fino ad opprimere. Nella parte centrale il clima è continentale.

Paesaggio
La Sicilia propone i più contrastanti aspetti di tutte le Regioni italiane. Si possono trovare distese di campi di grano e sterili colline, zone aride e giardini lussureggianti, le nevi del vulcano e il caldo torrido della costa, grandi città urbane e deprimenti paesi isolati. Nella zona delimitata da Palermo, Messina e Siracusa si addensa la maggior parte della popolazione sicula.

Questa zona è molto ricca di vegetazione; include i monti più alti e i fiumi più lunghi, ma è anche la zona più piovosa. A sud di questo triangolo, nella parte meridionale dell’isola, troviamo dei territori molto secchi dove si abbattono i venti caldi africani.

 


SCOPRI LE OFFERTE DI VIAGGIO IN SICILIA CHE PRENOTATU HA SELEZIONATO PER TE:



OFFERTE VACANZA: VACANZA SICILIA



Ricerca un hotel

Destinazione
Arrivo
Partenza

LAST MINUTE

Nessuna offerta disponibile

PREZZI TASSE INCLUSE

CHE VACANZA VUOI?

IDEE DI VIAGGIO